“scusi, lei è un elfo?”

17 11 2008

Certe cose sembrano non incontrarsi mai, proprio come i binari di un treno.

La mia prof di matematica delle superiori avrebbe aggiunto “se non all’infinito”…e a questa postilla non aggiungo altro, perchè è di altro che voglio parlare.

Di binari, appunto. Quelli di Santa Maria Novella, croce e delizia del popolo pendolare fiorentino, ma stavolta non sono qui per una filippica sui fusi orari ferroviari.

E’ successo qualcosa di particolarmente curioso, mentre aspettavo il mio trenino un po’ scalcinato ma pronto per fare rotta verso casa mia. Un gruppetto di ragazzi, assiepato attorno ad uno di quei totem pubblicitari nei quali è assolutamente proibito sedersi, mi ha letteralmente placcato con una domanda da un milione di dollari: “Scusi, ma lei è un elfo?”.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci