corsi e ricorsi

3 11 2008

Correva l’anno della mia maturità, oramai quasi un lustro di distanza.

Lo chiamano esame di stato, ma è più bello sapere che dentro ognuno di noi, in quel momento, qualcosa cambia.

E ti cambia, in ogni caso.

 

Le mie peregrinazioni universitarie mi hanno portato lontano da tanti amici con i quali ho condiviso cinque anni di studi classici…Ma è proprio quando meno te lo aspetti che sembra quasi di tornare indietro a sfogliare di nuovo quelle pagine tanto amate.

Si chiama Nadia, è una mia cara amica di studi superiori: l’ho incrociata oggi tra le mille strade di ogni giorno, e mi ha fatto ricordare quanto fossimo giovani allora.

Anzi, no. Eravamo semplicemente più giovani.

 

A lei, e a tutti i miei compagni di liceo, un abbraccio fraterno ed un augurio di poterci di nuovo incrociare fra quelle mille strade di ogni giorno.

Perchè, in ultima analisi, non credo che ci sia qualcosa, in questo strano e pazzo mondo, che accada veramente per caso.

Annunci