escapologia, istruzioni per l’uso

9 01 2009

Forse ho corso un po’ troppo.

Mancava un tassello, un mattone, un’inferriata di collegamento prima di DEXTER.

Eppure, giochi del destino, bastava semplicemente correre.

L’escapologia è una delle discipline più curiose che si possano trovare nella variopinta piazza dell’illusionismo: chi di noi, almeno una volta, non è rimasto incantato dalle prodezze articolatorie del funambolo di turno, quei tarantolati circensi che si destreggiano abilmente tra corde, teche di vetro e tanto altro?

Ma c’è qualcosa che, sottilmente, ci affascina ancora di più: la vera e propria arte della fuga.

Evitare il rischio e scappare dal pericolo imminente fa parte del nostro genoma istintivo, un lascito della primordialità che suona come un campanello d’allarme quando l’orizzonte si fa fosco.

Che succede, però, se il pericolo è già intorno a noi? Fuggire potrebbe essere la scelta più disperata…fino a quando non interviene la seconda forza in gioco: l’astuzia.

E’ questo, a mio parere, il perno portante di PRISON BREAK, una di impatto che sta incuriosendo mezzo mondo televisivo con le ingegnosità al limite dell’immaginabile dei suoi protagonisti, uomini qualunque (o forse no?) costretti a fare i conti con una minaccia più grande di loro e ben più pericolosa delle sbarre che li vincolano costantemente.

Il genio narrativo è tutto infuso negli esperimenti di fuga pianificati al millimetro: straordinario il pre-testo della prima stagione, vero apripista per tutte le diramazioni avventurose che ci porteranno a scoprire prigioni fatte di celle e di strade asfaltate, utopie carcerarie e complotti governativi.

Gli ingredienti del grande spettacolo ci sono tutti, ma non manca il giusto spunto di riflessione di fronte alla feccia dannata che vaga per questi gironi danteschi ora fatti di cemento ed ora di sabbia coloratissima, dall’Illinois a Panama, dal filo spinato all’Oceano della libertà.

Biglietto di sola andata, ovviamente.

E pensate, c’è persino spazio per l’amore: quello più onesto, quello più affranto e il più fraterno, il più doloroso, il più sentito, il più represso e il più sincero.

Ed ora, provate a scappare.

Avrà davvero un altro senso.

Annunci

Azioni

Informazione

14 responses

9 01 2009
Michele Ravenni

che dire…sono un fan di prison break, seguo anche le puntate che escono ora in America ma che purtroppo sono ferme per riiniziare a primavera..la 4^ stagione non è ancora finita e non riesco a farne a meno!!il simbolo di tutta la serie è il cigno origami utilizzato da Michael sia per lasciare messaggi, sia per calcolare quanto tempo impiegherebbero i carcerati ad attraversare le condutture per fuggire dalla prigione…che dire, FANTASTICO, così come i tatuaggi nei quali è racchiusa sia la mappa della prigione, sia le tappe della fuga una volta usciti dalla prigione..

9 01 2009
lostincinemas

Il finale della terza stagione è quanto di più poetico, struggente e drammatico si possa prospettare per una serie del genere, a mio avviso.
Purtroppo ho saputo che la quarta stagione, invece, è un po’ traballante…Ovviamente non voglio sapere i dettagli, mi rovinerebbero la sorpresa 😉

9 01 2009
July

Troppo bello..a volte sono rimasta alzata fino all’una di notte per vederlo!! Mi piacerebbe ritrovare le prime puntate,visto che me le sono perse,però non so come fare…un saluto

10 01 2009
lostincinemas

Cara July, forse posso venirti incontro.
Dunque, al momento ho tutti i miei cofanetti originali in prestito, ma potrei masterizzarti almeno metà della prima stagione, e poi spedirti il tutto…dimmi come vorresti fare, non posso restare inerme di fronte a chi si è appassionato al duo Scofield-Barrows senza aver vissuto quella pietra preziosa dell’episodio pilota, piccolo grande esempio della semiotica interpretativa di Umberto Eco, dove ogni testo avrà sempre degli spazi bianchi da riempire e modellare sulle attese dei lettori – pardon, spettatori 🙂

10 01 2009
Michele Ravenni

io ho DOWNLOADATO le puntate in lingua originale (sottotitolate in italiano)…dovreste sentire le voci originali, fanno molto più realistico…ok sulla 4^ serie non dirò niente, tranne che….HE HE scherzo, ma la strada che porta all’orizzonte di Michael in cerca di vendetta è ancora molto, moooolto lunga…sorprese a non finire….

10 01 2009
lostincinemas

Beh, seguo abbastanza assiduamente le serie in lingua originale con sottotitoli in italiano, ma dopo aver visto gli episodi doppiati…
Che la strada di Michael sia mooooolto lunga non mi stupisce affatto 🙂

10 01 2009
July

Lostincinemas non saprei come ringraziarti…solo che quella cosa della “semiotica interpretativa di Umberto Eco” mi ha un pò spiazzata!! Ahahahaaa…comunque a questo punto non so quante possono essere le stagioni ma sarebbe bello poterle avere tutte! Ho provato a scaricare qualcosa con il mulo ma purtroppo si sentono solo le voci e non si vede niente..!! Sono un pò una schiappa al computer 😦

10 01 2009
lostincinemas

Visto quante cose si possono scoprire guardando un telefilm? 😉

Dunque, facciamo così: vedo in questi giorni se riesco a masterizzare almeno un dvd per ognuna delle tre stagioni, e a quel punto capisco se la procedura sia fattibile o meno.
Se non erro sono poco meno di 20 dvd, forse 16.

Ti lascio la mia casella di posta elettronica per metterci meglio d’accordo:
giovannirossi1984@gmail.com

Ciao!
gio(V)anni

10 01 2009
July

Az…20!! 🙂
Comunque ti contatterò..non so bene quando,sono immersa nella statistica 😦
Grazie..buona serata

11 01 2009
lostincinemas

Eh, sì…! Considera che le prime due stagioni sono 12 dvd in totale, 4 per la terza – quindi, 16 dischi in tutto, compresi i contenuti speciali, of course 😉

Contattami pure quando vuoi e ci si mette d’accordo!
Per ora, buon proseguimento statistico!

15 01 2009
oliviaguardi

Esiste l’ ESCAPOLOGIA???

15 01 2009
lostincinemas

Esiste, esiste…
Pure il quinto disco di Robbie Williams si chiama ESCAPOLOGY 🙂

20 01 2009
July

Ne sai una più del diavolo te!! 🙂
Comunque scusa se mi faccio viva solo ora..ma come ben sai questo è un periodo un pò assurdo,molto assurdo!!
..ti ricordi vero dei miei DVD su Prison Break?! Volevo solo dirti che molto probabilmente prima della fine di febbraio non ci possiamo vedere. Tieniti sempre pronto però…

20 01 2009
lostincinemas

Cara July, davvero nessun problema!
Anche io sono piuttosto impegnato con gli esami per tutto il mese di Febbraio, quindi possiamo sentirci con tranquillità a Marzo e stabilire tutto quanto.

Ciao!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: